Progetto Colombo

  • -

Progetto Colombo

Il progetto Colombo ha come obiettivo la realizzazione di un sistema innovativo per la raccolta rifiuti.
L’identificazione dell’utenza avviene grazie alla tecnologia RFiD la quale assegna ad ogni singolo contenitore una chiave magnetica di apertura del cassonetto stradale entro il quale conferire. La volumetria prefissata del contenitore utenza consente di avere un controllo sulla quantità di rifiuto conferito e di assegnare un numero di conferimento all’utente a cui è associato il contenitore.
Attraverso l’identificazione dell’utenza e la valutazione volumetrica dei rifiuti conferiti, il Sistema intende perseguire una concreta tracciabilità del conferimento dei rifiuti nella fase iniziale del processo di smaltimento attraverso anche l’utilizzo di app per dispositivi elettronici (cellulari e/o tablet) in grado di comunicare con l’elettronica on board del contenitore stradale.
Un contenitore di volumetria predefinita, munito di etichetta elettronica, è assegnato univocamente ad ogni utenza.
Per effettuare il conferimento, l’utente deve inserire il contenitore assegnato in un apposito alloggiamento del cassonetto stradale. Il cassonetto stradale consente il conferimento all’utente esclusivamente dopo aver letto ed identificato l’etichetta elettronica del contenitore assegnatogli.
Il dispositivo elettronico installato sul cassonetto stradale legge il TAG RFiD (etichetta magnetica) del contenitore utenza, lo identifica e ne consente il conferimento.
Il cassonetto stradale non può essere aperto dall’utente se non attraverso il contenitore munito dell’apposita etichetta magnetica. 
Il contenitore utenza, di volume prestabilito, risulta essere “la chiave di apertura” del cassonetto stradale.
Il controllo volumetrico del conferimento avviene grazie alle dimensioni prestabilite del contenitore utenza.
In questo modo è possibile valutare il quantitativo di rifiuti conferiti dal singolo utente a cui è associata l’etichetta magnetica e trasferire i dati relativi al conferimento attraverso l’app utilizzabile sia dall’utente che dal gestore del servizio.