Simona Pisanti e EPC-up: Cellule endoteliali progenitrici come biomarker di prevenzione, diagnosi, prognosi e follow-up delle patologie associate all’angiogenesi

  • -

Simona Pisanti e EPC-up: Cellule endoteliali progenitrici come biomarker di prevenzione, diagnosi, prognosi e follow-up delle patologie associate all’angiogenesi

Category : uP sTart 2014

logo_EPCup-150x150Il nostro innovativo progetto di impresa si colloca nel settore delle biotecnologie della salute operanti nell’ambito diagnostico. L’idea imprenditoriale prevede la realizzazione di un test di identificazione e misurazione delle cellule endoteliali progenitrici circolanti (EPC), già fortemente proposte a livello internazionale come nuovo biomarker predittivo e prognostico di numerose patologie ad elevato impatto socio-economico legate alla disfunzione endoteliale e ad alterata angiogenesi, quali il cancro, il diabete, le malattie cardiovascolari e l’aterosclerosi.Il test diagnostico, cui abbiamo dato il nome di EPC-up kit (che richiama alle cellule EPC, ma è anche l’acronimo per ‘Endothelial Pathology Check-up’) combinerà tecniche immunoenzimatiche e funzionali che permetteranno di misurare i livelli di EPC in modo rapido e non invasivo direttamente su sangue dei pazienti.

Con il nostro kit proponiamo uno strumento innovativo, affidabile, rapido, economico e non laborioso, idoneo sia a scopi di ricerca che diagnostici offrendo una soluzione flessibile e affidabile per una rapida valutazione dei fattori di rischio per diverse patologie. Come si evince dalla nostra analisi della concorrenza, non esistono allo stato attuale prodotti in grado di misurare le cellule EPC nel sangue se non ad esclusivi scopi di ricerca e ad elevati costi.
La disponibilità del nostro kit rapido, economico e di facile utilizzo e interpretazione dei risultati, offrirà al mercato l’opportunità di misurare un nuovo biomarker di patologie ad elevato impatto e mortalità, rispondendo con il suo elevato contenuto tecnologico ad un bisogno che risulterà di primaria importanza quando la misurazione di tale parametro rientrerà tra gli esami diagnostici a disposizione del paziente, fortemente consigliati o di routine per diagnosi, prognosi e follow-up anche a seguito di trattamenti chirurgici e/o farmacologici.

Simona Pisanti – Salerno
Tel. 089 793074
spisanti@unisa.it – ppicardi@unisa.it – eciaglia@unisa.it – maubiful@unisa.it