Premiazione imprese e start up al roof garden del Grand Hotel Salerno

9 Premio Best Practices per l’Innovazione
VINCITORE
Helian Spa (Notaresco, Teramo) per il progetto CLOUD4FARMING
Motivazione:
La soluzione presentata e la sua applicazione pratica per il cliente specifico, un’azienda enologica, hanno rappresentato un quadro d’insieme omogeneo in grado di essere riprodotto e replicato in modo scalabile in diversi settori del made in Italy tradizionale, permettendo di immaginare un forte sostengo all’evoluzione dei modelli gestionali e delle potenzialità competitive per queste imprese fondamentali per il sistema produttivo nazionale. Una best practice ideale, che testimonia come l’incontro tra il mondo dei servizi innovativi e quello delle imprese agroalimentari produca risultati concreti, necessari e fondamentali per affrontare in modo efficace la sfida di una competizione globale che poggia sempre più sulla simbiosi tra prodotto e valore aggiunto.

MENZIONATI
Dronyx Srl (San Cassiano, Lecce) per il progetto SOLARINO ROBOT PULISPIASPIAGGIA

Motivazione:
Tecnologia innovativa, ergonomia d’uso e utilità ambientale per un prodotto altamente scalabile a livello internazionale.
Le potenzialità espresse dal progetto Solarino offrono una prospettiva interessante in un segmento di mercato importante dell’economia, non solo nazionale.

ex aequo
OMPM Srl (Angri, Salerno) per il progetto Airstair, scaletta passeggeri “on board” per Business Jets certificati EASA CS25, FAA FAR25.

Motivazione:
Innovare per continuare a crescere e soddisfare attese di players mondiali, soprattutto per una piccola e medie impresa, rappresenta un investimento impegnativo e non sempre certo. La qualità del risultato, sia tecnico che organizzativo e commerciale, fornisce il profilo di un’azienda in cui esiste un modello culturale e imprenditoriale sano e proiettato in avanti. Un esempio da seguire.

K4A Spa (Napoli) per il progetto di immissione sul mercato di nuovi elicotteri leggeri bimotore, con sostanziali miglioramenti sulla sicurezza, sull’impatto ambientale
Motivazione:
Tradurre investimenti in ricerca in risultati concreti, con la convinzione e la caparbietà esposti nel progetto, significa avere una vision chiara del contesto di riferimento, che nel caso di K4A è uno scenario mondiale. L’azienda ha espresso, con la sua best practice, la capacità di un imprenditore sia di saper utilizzare in modo profittevole la finanza pubblica per la ricerca industriale che di conoscere a fondo il proprio settore di riferimento. Una combinazione di successo.
Sezione uP sTart “Paolo Traci”

VINCITORE
Neuron Guard Srl (Modena) per il dispositivo medico diretto al trattamento del danno celebrale acuto come conseguenza di ictus, arresto cardiaco e trauma cranico grave, già sul luogo dell’evento

Motivazione:
Un’innovazione che dimostri di essere in grado di salvare anche una sola vita umana o di consentire una diversa qualità della vita, non può lasciare indifferenti nella valutazione.
Neuron Guard presenta un dispositivo medico portatile per il trattamento immediato del danno cerebrale acuto, tramite l’applicazione in loco di un collare per la refrigerazione locale rapida. Il progetto è molto credibile, con un livello di attuazione avanzato. Una start up meritevole, con un’innovazione coperta da brevetti e una serie di ragionevoli motivazioni che fanno propendere a ritenerla ad alto potenziale, con notevoli risvolti socio-sanitari. Si tratta anzitutto di vantaggi in termini di vite umane ma anche di risparmi economici di costi che derivano dal trattamento di pazienti con capacità cerebrale compromessa. Il Comitato assegna la vittoria della sezione Up sTart Paolo Traci a Neuron Guard, e augura ai suoi promotori, Enrico Giuliani e Mary Franzese, un brillante successo imprenditoriale.

Neuron Guard è stata anche destinataria di un voucher del Consorzio fidi GA.FI. Sud, sponsor del Premio, in virtù del quale potrà accedere al fondo di garanzia senza il pagamento delle commissioni.

MENZIONATE

Orange Fiber Srl (Catania) per il progetto di sviluppo di tessuti innovativi attraverso l’estrazione di cellulosa da scarti di agrumi.

Motivazione:
Una start up che profuma di successo.
Ricavare una fibra dagli scarti della produzione agrumicola, con la realizzazione di abiti che rilasciano profumi e vitamina C, attraverso l’estrazione di cellulosa dagli agrumi e le nanotecnologie che fissano gli oli essenziali alle fibre, è l’idea di Orange Fiber. Un’innovazione creativa, con un’eccellente livello di execution ed un team fortemente credibile. Un progetto ad alto potenziale a cui il Comitato ritiene opportuno, con questa menzione, dare un contributo di visibilità.

Leanfa Srl (Ruvo di Puglia, Bari) per il progetto di utilizzo di transistor di potenza per la realizzazione di un forno a mocroonde ” a stato solido”che elimini tutti gli svantaggi del magnetron e introduca sostanziali vantaggi nei trattamenti alimentari

Motivazione:
Il paradosso di un’innovazione che serve a conservare.
Conservare gli alimenti, aumentando la shelf life dei prodotti freschi significa rendere più competitivo un sistema economico di grandissima rilevanza per l’economia nazionale. La possibilità di operare questo processo in loco, evitando ogni intervento chimico, con il solo utilizzo dei campi elettromagnetici, in piena sicurezza per gli operatori, rappresentano un ulteriore valore aggiunto che ha ispirato una speciale menzione per l’idea progettuale di Leanfa.

PREMIO BANCA SELLA a Giorgio Linguanti (Siracusa) per il progetto Wadex, una piattaforma web-based di MatchMaking per domanda e offerta di materie prime seconde (MP2), ottenute da un processo di riciclaggio

PREMIO TELECOM ITALIA
per l’azienda PENELOPE (Napoli) per il progetto NSI Nuovo sistema informativo Dionisio, strumento abilitante per l’innovazione di processo e servizi della committente
per la start up MAGALDI INNOVA (Salerno) per il progetto Facility ed Energy Management, progettazione, sviluppo e consegna di una piattaforma di servizi di manutenzione ordinaria e straordinaria e di servizi energetici in ambito ospedaliero.

PREMIO SEEN SOLUTION
per la start up IzyPizy Srls (Milano) per il progetto Prometeo, motore di ricerca per le imprese che hanno necessità di gestire in modo automatizzato le informazioni e i documenti.

PREMIO WEB (voto on line sul sito www.premiobestpractices.it)
per l’azienda WINTECH Spa (Padova) per il progetto 67 + 1 = INFINITO, innovazione tecnologico di processo del settore bancario
per la start up di Mario Delli Bovi (Montecorvino Rovella – SA), per il progetto Tapebox, piattaforma che attribuisce valore alla reputazione personale e la usa per riordinare i contenuti secondo un reputation rank.

PREMIO PLATEA
per l’azienda AFROS Spa (Caronno Pertusella – VA), per il progetto CRESIM (Carbon fiber Reuse through Epoxy Special IMpregnation), diretto a dimostrare la piena possibilità di riutilizzo della fibra di carbonio riciclata – un rifiuto classificato – per produrre nuove parti in composito, parti con elevate caratteristiche strutturali e un’estetica di alta qualità, su scala industriale, per mezzi di trasporto, sport & tempo libero, applicazioni civili e di difesa
per la start up PINAPP Srls (Sarno, SA) per il progetto P.I.N. APP, piattaforma web di interconnessione sociale

LE FOTO DELLA PREMIAZIONE

[gallery]

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su: