Andrea Giorgio – geoSDI

  • -

Andrea Giorgio – geoSDI

Tags :

Category : uP sTart 2015

 

Il progetto imprenditoriale ha l’obiettivo di realizzare e commercializzare sistemi di gestione e scambio di dati geospaziali a supporto delle decisioni per attività di prevenzione, pianificazione e gestione degli eventi.L’uso della tecnologia mobile e la recente crescita nell’uso della rete internet, delle modalità di connessione, dell’uso del sistema GPS e dell’integrazione di questi singoli elementi innovativi rende sempre più attuale l’opportunità di offrire servizi georiferiti a una crescente schiera di utenti che abbraccia un ambito vastissimo, dalle strutture governative al singolo cittadino passando per agenzie, aziende ed organizzazioni.

La grande crescita poi della navigazione satellitare e l’utilizzo congiunto di questi strumenti è l’ambiente ideale per lo sviluppo di sistemi di geolocalizzazione e di gestione dei dati geospaziali per gli usi più disparati possibili in rete. Lo sviluppo di soluzioni volte allo scambio in rete di dati ed informazioni georiferite è, quindi, sempre più richiesto e le nuove tecniche di sviluppo di tali software e di gestione delle informazioni georiferite in rete vivono una fase di transizione che abbandona i vecchi metodi di sviluppo software per nuove metodologie basate sull’uso della rete.

Il Team imprenditoriale, forte dello studio di queste nuove tecniche unito alla grande opportunità di collaborazioni con i più grandi utenti a livello mondiale (Nazioni Unite, NATO, Protezione Civile, Unione Europea), ha prodotto una forte accelerazione in questo processo di cambiamento, realizzando una piattaforma integrata open source, web-based, scalabile per la condivisione e interoperabilità delle informazioni geospaziali (geoSDI). La piattaforma geoSDI è stata già testata e migliorata in contesti unici e difficilmente ripetibili, quali grandi eventi e grandi calamità, tra cui Haiti, Cile, Abruzzo, ecc.
La piattaforma geoSDI mette in rete elementi, procedure, dati, professionalità di esperti ed operatori: non più vendita di HW e SW ma controllo di flussi informativi per federazioni di utenti. La soluzione geoSDI si inserisce, pertanto, nel mercato del Software as a Service (SaaS), attraverso la realizzazione di infrastrutture di gestione ed erogazione di dati geospaziali per conto di strutture organizzate in modalità federata.
Il cliente finale è innanzitutto rappresentato da Enti ed Agenzie di gestione delle risorse territoriali, come Ministeri, Regioni, Province, Agenzie Regionali, Enti trasversali e strutture di gestione di reti pubblico-private (trasporti, sicurezza, ambiente, turismo, economia), società di servizi che operano presso i citati utenti finali. Tuttavia la soluzione geoSDI è più ampiamente applicabile in quei settori in cui l’iterazione tra dati posizionali (o georiferibili) ed informazioni associate svolgono un ruolo importante per la logistica, il supporto alle decisioni e il controllo delle risorse.

Caratteristiche e funzioni della piattaforma geoSDI
Lo sviluppo software sta vivendo un periodo di transizione in cui al concetto di software installato sul PC si sostituisce il nuovo concetto di utilizzare servizi web che assolvono alle stesse funzionalità. Questa tecnica viene in gergo definita SaaS (Software as a Service). Ogni giorno facendo una prenotazione di un viaggio o utilizzando la posta elettronica con il browser utilizziamo applicazioni SaaS. Ormai uno dei concorrenti maggiori del ben noto Microsoft Office sono le Google Application disponibili sul web senza bisogno di installazioni o altro che la connessione alla rete. Allo stesso modo le banche dati utili via web, grazie a servizi che ne rendono disponibili la consultazione e la gestione. Questi servizi vengono denominati DaaS (Data as a Service). I documenti, i fogli di calcolo, le presentazioni e anche i video (vedi youtube) ormai non risiedono più sugli hard disk dei personal computer ma risiedono e sono gestiti nel web. Ulteriore aspetto innovativo è permettere all’utente di utilizzare congiuntamente servizi SaaS e servizi DaaS e quindi avere un mix di queste nuove logiche. Avere disponibile sia gli applicativi (SaaS) che i dati (DaaS) è una “miscela esplosiva” che evidenzia un ulteriore importante considerazione : avere in rete anche gli operatori e quindi condividerne lavori e risultati.

Basandosi su questi trend, la soluzione geoSDI mette in rete tutti gli elementi, procedure, dati e soprattutto le professionalità dei singoli esperti/operatori. Il risultato ottenuto da un utente spesso è utile agli altri utenti che possono proseguire nel loro uso (o meglio dire riuso) e ottenere altri risultati utili per sé e per la federazione. Tutta la tecnologia e la logica di gestione, produzione ed elaborazione segue questa filosofia esplicandosi in una Suite di prodotti/servizi completa ed immediatamente utilizzabile con il semplice collegamento alla rete. La soluzione geoSDI consente, quindi, di realizzare sistemi di gestione e scambio di dati geospaziali a supporto delle decisioni per attività di prevenzione, pianificazione e gestione degli eventi.

Le funzionalità garantite dalla piattaforma geoSDI vanno dalla manipolazione di qualsiasi formato di dato territoriale, alla erogazione di servizi geospaziali conformi agli standard mondiali OGC (Open GeospatialConsortium), alla raccolta, gestione, utilizzo, visualizzazione, editing, all’analisi dei dati e delle informazioni territoriali secondo la direttiva europea INSPIRE e nazionale CNIPA.

L’unicità della soluzione è data anche dal fatto che parte dei suoi ideatori sono seduti nei tavoli internazionali in cui si definiscono gli standard sia civili (INSPIRE) che militari (DGIWG) del settore. GeoSDI nasce per essere la piattaforma di scambio dati del Sistema di Protezione Civile nazionale ed è adottato come strumento operativo da utenti istituzionali nazionali e internazionali.

La soluzione nasce per essere duale e quindi utilizzabile sia ad uso civile che militare. La soluzione raggiunta e’ stata di supporto per la gestione ed il coordinamento di attività emergenziali relative ai tragici eventi del sisma in Abruzzo, Haiti, Chile, di monitoraggio e studio di incendi e dissesti idrogeologici (stagioni incendi 2007-08-09, frana Maierato) e di grandi eventi (G8 summit 2009) caratterizzati anche da una gestione duale (civile e militare) e quindi da un suo collaudo su situazioni di estremo utilizzo.

Andrea Giorgio – Avellino
Tel. 0825 30010 – Fax 0825 38405
andrea.giorgio@tecnologica.it